> Home > Fotostorie > Attività lavorative


1941 - La postale del Fei Asciano

1941 - La postale del Fei

MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI
Per maggiori informazioni, compila il modulo sottostante:












INFORMAZIONI DESCRITTIVE

Gli anni ’30 ’40 e ’50 del secolo scorso, hanno rappresentato il periodo di transizione fra: il trasporto basato su animali da traino e quello basato sul motore a scoppio, alimentato dai derivati del petrolio. Questa foto ci sembra rappresentare bene questo periodo. Infatti, ritrae un goffo pullman che, negli anni ’30 e ’40, collegava Asciano con Siena. Il mezzo svolgeva anche il servizio di trasporto postale. I sacchi, contenenti lettere e pacchi, venivano trasferiti fra il locale Ufficio Postale, situato in piazza Garibaldi e l’ufficio Provinciale di Siena, in Piazza Matteotti.
Per la verità, il passaggio dalla locomozione animale a quella meccanica alimentata dai derivati del petrolio, ha avuto una fase intermedia caratterizzata dall’uso della macchina a vapore che, nel mondo dei trasporti, ha contrassegnato il lungo periodo dei treni a carbone. Queste motrici a vapore, che avanzavano sbuffando ed emettendo lunghi pennacchi di fumo, sono state utilizzate, sulle tratte Siena-Asciano-Chiusi e Siena-Asciano-Grosseto, fino a metà degli anni ’60. Oggi si possono ammirare, di tanto in tanto, grazie all’effettuazione di “Treni” Natura, organizzati da volontari come attrazione turistica.
Le testimonianze fotografiche di quel periodo, ci consegnano l’immagine di una comunità locale vivace ed in continua trasformazione, per niente ripiegata su se stessa ma punto di riferimento per persone e interscambio di merci.
La foto più significativa in questo senso, è quella che testimonia il rilevante numero di addetti che, nel 1912, prestavano servizio alla stazione di Asciano Scalo.