> Home > News >


Il Libretto Colonico nei rapporti fra padrone e contadino

Asciano - Racconto breve di Bruno Boccini, classe 1931


Download pdf

Il libretto colonico veniva riempito per la prima volta quando il contadino “tornava nel podere”. Nel libretto erano elencati i doveri nei confronti del padrone, ad esempio: quante giornate lavorative annue dovevano essere dedicate all’azienda, quanti piccoli animali domestici dovevano essere allevati, la manutenzione da effettuare sugli attrezzi e più in generale sul podere. C’erano anche le indicazioni di vari divieti come il taglio delle piante di alto fusto e se non venivano rispettate le regole veniva data la disdetta immediata del contratto mezzadrile. Il contadino, per il fabbisogno della legna da ardere, doveva arrangiarsi con ramaglie, macchia e viticci. Prima degli anni ’30 era prescritto anche l’obbligo di pagare “la decima” alla chiesa e tante altre cose ancora. 


Nel libretto erano, poi, elencate le “stime morte e quelle vive” di quanto ricevuto al momento del subentro nel podere .................

 

Cliccare su "Scarica Allegato pdf" per leggere tutto il racconto



CONDIVIDI SU:
FacebookDiggdel.icio.usTwitterMySpaceLiveGoogle BookmarksTechnoratiNetvibesemail

STAY NEARBY

CASTELLO DI LEONINA

ASCIANO

In the heart of the famous Crete Senesi, in the middle of one of the most suggestive lands...

IL FORNACINO

RAPOLANO TERME

“ Il Fornacino” is the ideal solution for all those who want to spend their ho...

FATTORIA SANT'ANTONIO

BUONCONVENTO

If you are looking for a charming place where to find relaxation, if you want to dive into...

DINING & ENTERTAINMENT NEARBY

LA PRIMAVERA di Enza di Buono

BUONCONVENTO

GOLOSE DELIZIE NELLA CITTA' DI BUONCONVENTO Condotto dalle simpatiche sorelle Di Buono in...

LA MENCIA, Ristorante Pizzeria

ASCIANO

Located in the historic center, offers comfortable rooms with vaulted ceilings of brick, m...

Teatro del Popolo

RAPOLANO TERME

In the middle of the last ten years of 1800, Rapolano Terme, on the initiative of the Phil...